il ragù

Qualcuno…e non dico altro, ma Qualcuno mi ha mandato un video di una scena di ieri oggi e domani che avevo visto taanto tempo fa ed è troppo bella, troppo bella quella risata e quell’abbraccio e “e non urla’!” e mi sono messa a vederne altri naturalmente, fino a trovare questa scena del ragù.
Impossibile da doppiare, è un condensato di italianità a discapito dell’apparente campanilismo culinario.
Mi sembrava di essere da Zarcone a Sant’Elia o dalla signora Rita e mi dispiace per chi non li conosce.
Ho ripensato anche alle ricette esotiche della mia amica meridionale, quella agrigentina insomma, a sua zia Rosa e al mare di Siculiana.
E poi ad altre case e tavole ed odori e a mia cugina che quando era
piccola, (ma dico piccola piccola)  si addormentava solo con me e oggi
fa 23 anni! Io avevo sette anni penso, mi ricordo che le cantavo di
tutto, canzoni inventate, ninnananne pazze e dopo cinque minuti lei
dormiva, forse aveva paura di essere tenuta in braccio da una bambina
pazza e preferiva addormentarsi, chi lo sa!
Comunque Bettina Tanti Auguri! Che ti ha preparato tua madre? … uhm, forse preferisco non saperlo!

Baci baci baci a te e a quel … Qualcuno! ;-)

Advertisements

One thought on “il ragù

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s