segnaletica e madeleine

Ho ripensato a quanto mi sentivo disorientata a San Diego in macchina, soprattutto in autostrada. Forse una spiegazione c’è. Le highway sono a tre o quattro corsie indipendenti, e per spostarti a dx o sx il codice prescrive che si guardi dietro, non dagli specchietti laterali e retrovisore, ma girando fisicamente tutta la testa.

Ma il problema non erano queste file continue di macchine da tutti e due i lati, essere superata da tutte e due le parti, quanto che in città, come sulla 5th, mancavano gli automatismi legati alla segnaletica. le informazioni che normalmente riceviamo ed elaboriamo inconsapevolmente, lì richiedevano invece attenzione.

ora è difficile fare qualche esempio, alla fine ho guidato da gennaio a giugno e mi sono abituata, ora le cose che ricordo sono altre. ma all’inizio è stato come non aver mai guidato.

caspita, scrivendo mi sono venute in mente un paio di cose… quando finirò di ricordare?

ps
ci ho pensato leggendo di proust e il calamaro, ma il perchè non me lo ricordo più…

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s