il vento ci porterà con sè

Nel movimento del trasloco
me la  sono ritrovata nelle mani e l’ho riletta.
è più pessimista di me. bello, no?
però mi piace,
ed è per questo che la posto qua :)

Nella mia piccola notte
il vento, e le foglie si ritrovano.

Nella mia piccola notte
la paura, è distruzione.

Ascolta,
senti il frusciar dell’oscurità?

Io guardo meravigliato, questa felicità
Del mio pessimismo, son dipendente.

Ascolta,
senti il frusciar dell’oscurità?

Ora nella notte qualcosa sta passando,
e la luna rossa è in allarme.

Su questo letto, che ogni attimo teme il crollo,
le nuvole, come un popolo in lutto,
attendono il momento della pioggia.
Un momento e subito dopo… nulla più.

Dietro questa finestra la notte trema
e la terra arresta il suo girare.

Oltre la finestra, un estraneo
si preoccupa di me e di te.

Oh corpo rigoglioso…
le tue mani come doloroso ricordo,
poggia tra le mie innamorate.

E le tue labbra, come una sensazione calda di vita,
lasciale carezzare le mie labbra innamorate.
Il vento ci porterà con sé.

Forugh Farrokhzad
(traduzione Babak Karimi)

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s